2. svetovna vojna v stripu (28)_La 2ª guerra mondiale a fumetti (28)

Lieta 1945  je končala druga svetovna vojska. Kar se je pred njo, med njo in po nji gajalo v Benečiji, je lazajnski famoštar g. Antonio Cuffolo (1889-1959) napisu v dnevnikah po slovensko in po italijansko. V drugi pregledani in dopunjeni izadaji, ki jo je urediu Giorgio Banchig, sta izšla par zadrugi Most lieta 2013.  Moreno Tomasetig je slovenski Cuffolu dnevnik spravu v strip , ki ga  v beneškoslovenskem dialektu obljavljamo v vsaki številki Doma. To je 28. nadaljevanje.

poglej prejšnje 27. nadaljevanje

Nel 70° della fine della seconda guerra mondiale (1945), Moreno Tomasetig ha trasformato in fumetto i diari del parroco di Lasiz, don Antonio Cuffolo (1889-1859). In questa puntata.  Il 4 ottobre 1943 il sacerdote annota che i tedeschi stanno radunando a Cividale grandi forze per assaltare le Valli del Natisone e di questo avverte il commissario partigiano a Loch. Intanto più di un giovane valligiano abbandona la resistenza perché tra i partigiani sloveni ci sono sempre più donne. Il 6 ottobre un migliaio di tedeschi irrompe ad Antro. Da tutta la valle accorrono partigiani e semplici abitanti e li circondano. I tedeschi in risposta mettono al muro tutti i civili, bambini compresi. Il cappellano del paese li convince a desistere. Quindi si aprono una via di fuga verso Biacis sparando all’impazzata e facendosi scudo di quattro civili di Antro. A San Pietro si ricongiungono con i reparti che hanno assaltato Merso Superiore. Il 9 ottobre i quatto ostaggi vengono liberati grazie all’intervento dell’arciprete di Cividale, mons. Valentino Liva. (28 – continua)

guarda la precedente 27ª puntataMoj dnevnik 28

Deli članek / Condividi l’articolo

Facebook
WhatsApp