2. svetovna vojna v stripu (23)_La 2ª guerra mondiale a fumetti (23)

Lieta 1945  je končala druga svetovna vojska. Kar se je pred njo, med njo in po nji gajalo v Benečiji, je lazajnski famoštar g. Antonio Cuffolo (1889-1959) napisu v dnevnikah po slovensko in po italijansko. V drugi pregledani in dopunjeni izadaji, ki jo je urediu Giorgio Banchig, sta izšla par zadrugi Most lieta 2013.  Moreno Tomasetig je slovenski Cuffolu dnevnik spravu v strip , ki ga bomo v beneškoslovenskem dialektu obljavljali v vsaki številki Doma. To je dvajseto nadaljevanje.

poglej prejšnje 22. nadaljevanje

Nel 70° della fine della seconda guerra mondiale (1945), Moreno Tomasetig ha trasformato in fumetto i diari del parroco di Lasiz, don Antonio Cuffolo (1889-1859). In questa puntata.  Il 18 luglio 1943 Churchill e Roosevelt lanciano un appello agli italiani, affinché si liberino di Mussolini. Il 20 luglio il sacerdote annota la sempre maggiore presenza di militari nelle valli e verso Caporetto. Il 25 luglio, triste dopo il funerale del prof. Michele Dorbolò, apprende alla radio delle dimissioni di Mussolini. Nel cuore della notte va ad esultare in paese e sveglia la gente, che si unisce a lui. Il segretario del fascio minaccia di ricorrere alla milizia, ma è costretto a scappare. Il 26 luglio don Cuffolo, ebbro di felicità, si reca a Cividale per vedere cosa sta succedendo. Entra nella «Casa del fascio» e vi trova gli antifascisti che stanno mettendo in salvo l’archivio. Nella sua cartella trova scritto: «È necessario screditarlo, internarlo o almeno spostarlo dalla zona, perché ha troppo influsso sulla popolazione. È uno sloveno accanito». (23 – continua)

guarda la precedente 22ª puntata

Moj dnevnik 23

 

Deli članek / Condividi l’articolo

Facebook
WhatsApp